Nel suo primo album il musicista pistoiese canta la libertà e la ricerca dell’equilibrio.

“È solo quando perdi ogni certezza che acquisisci la totale libertà. Quella libertà che con lo scorrere del tempo ti permette di stare bene con tutto e tutti e non portare più rancore”.
È un vortice di emozioni quello che si sprigiona dalle note e dalle parole di Francesco Biadene, musicista pistoiese, 26 anni, che torna sulla scene con un nuovo lavoro. Dieci tracce di matrice rock-popolare dai titoli evocativi e che, ancora una volta, rimandano agli elementi naturali.

“Le Nuvole, il Tempo e l’Aurora” è il primo album di Francesco, prodotto grazie alla vittoria del bando Toscana100band. Il progetto GiovaniSì, promosso dalla Regione Toscana, per finanziare giovani artisti o band emergenti.
Un album che mette a nudo tutto il vissuto del musicista, raccontandolo tramite le sperimentazioni sonore acquisite negli anni passati.
Così, a un anno dalla pubblicazione del suo precedente Ep “Dei Sentieri”, Francesco torna a far emozionare con un lavoro più maturo. Tracce che alternano ritmi sostenuti e percussioni, a melodie più delicate. Fil rouge musicale di tutto il disco, la chitarra acustica e il lap steel.

“Le nuvole, il tempo e l’aurora – racconta Francesco – sono i tre concetti che guidano questo lavoro musicale. Il tempo è, senza dubbio, l’elemento più presente all’interno dei testi. Scandisce i momenti della vita, e, nel mio caso, rappresenta anche la capacità di scegliere quando scrivere canzoni, o non farlo. Come nel novembre del 2015, quando sono stato per molto tempo senza scrivere niente”.
“Le nuvole, invece, rappresentano esattamente lo scorrere visivo del tempo – prosegue – Mi piacciono molto. Il loro passaggio evoca la ciclicità della vita e la tranquillità con cui dobbiamo affrontarla. Infine l’aurora. Simbolo di equilibrio”. Quell’equilibrio che il musicista sta ancora cercando e che racconta in ogni traccia. “Non c’è odio senza amore, nel dolore un po’ di gioia c’è. Niente è oscuro senza il sole, luce e ombra son parte di te. […] Non c’è falso senza vero, un pensiero cambia la realtà. Non c’è terra senza mare. Quel che sale, un giorno scenderà” canta in “Aurora”.

Registrato e mixato nel “El-Sop Recording Studio” di Leo Magnolfi, l’album “Le Nuvole, il Tempo e l’Aurora” si arricchisce della partecipazione di diversi artisti. Michele Pazzini e Davide Malito Lenti alla batteria, Patrizio Castiglia in una traccia al violino ed Elena Alibrandi come seconda voce.
In questi mesi Francesco è impegnato nelle presentazioni del suo nuovo album.
Ultimo in ordine di tempo, il concerto nella location d’eccezione Pistoia Sotterranea dove, insieme a Davide Malito Lenti ed Elena Alibrandi ha incantato il pubblico con le sue canzoni, sabato 19 novembre.
Il tour promozionale di “Le Nuvole, Il Tempo e L’Aurora”, nelle prossime settimana, proseguirà poi in giro per la Toscana.

Le prossime date del tour

venerdì 25 novembre, “La Taverna della Musica” (Ponte Buggianese)
venerdì 2 dicembre “Officina Giovani” (Prato)
mercoledì 7 dicembre “La Gallina Nera” (Pisa)

Info sulla pagina Facebook di Francesco Biadene: www.facebook.com/francescobiadene

La cover dell'album

La cover dell’album