A San Martino ogni mosto è vino!

Come vuole la migliore tradizione, nelle Case del Popolo di Pistoia si festeggia l’estate di San Martino. Il santo reso famoso dall’episodio del mantello. Come come si narra, Martino nel vedere un mendicante seminudo patire il freddo durante un acquazzone, gli donò metà del suo mantello. Poco dopo incontrò un altro mendicante e gli regalò l’altra metà del mantello. Subito dopo, il cielo si schiarì e la temperatura si fece più mite.

L’Estate di san Martino indica quindi una giornata del periodo autunnale in cui, dopo le prime gelate, si verificano condizioni climatiche di bel tempo e relativo tepore. E questa data si identifica proprio con l’11 di novembre. Giornata che, ormai, è simbolicamente associata alla maturazione del vino nuovo (da qui il proverbio “A San Martino ogni mosto diventa vino”). Un’occasione di ritrovo e festeggiamenti nei quali si brinda, appunto, stappando il vino appena maturato e accompagnato da castagne o caldarroste.

Anche nel Case del Popolo di Pistoia si festeggia questa antica tradizione con cene a tema e la voglia di stare insieme.

Al circolo Arci di Candeglia, i volontari vi accoglieranno con una cena a tema e l’accompagnamento musicale di Matrix.

Ma San Martino si festeggia anche al circolo Arci di Campiglio, dove i volontari vi faranno assaporare una cena speciale al gusto di mela.