Si chiamano Teatro ma sono una compagnia teatrale

Parliamo del Teatro dei Garzoni, una delle tante realtà appartenenti all’ARCI che promuove la cultura nel territorio pistoiese – in questo caso nella città di Pescia.

Questa piccola compagnia teatrale nasce nel 2013 dal laboratorio teatrale del regista e attore Orlando Forioso e si caratterizza per una particolare e – crediamo – lodevole scelta: unire all’arte teatrale una grande attenzione per i temi legati al sociale.

Gli spettacoli e le iniziative del Teatro dei Garzoni infatti hanno per oggetto un tema di attualità sociale e spingono lo spettatore a riflettere e a prendere una posizione sull’argomento.

La ludopatia e il Gran Casinò Palagiò, uno spettacolo interattivo

Anche l’ultima iniziativa del Teatro dei Garzoni ha aderito a questa filosofia e infatti ha come soggetto principale il problema delle ludopatie – ossia la dipendenza dal gioco.

Il Gran Casinò Palagiò – è questo il nome della rappresentazione – è  un viaggio in cui lo spettatore è accompagnato dagli attori del Teatro dei Garzoni all’interno di un casinò fittizio dove potrà scoprire personalmente quali sono i pericoli e le possibili conseguenze legate al mondo delle scommesse.

A fare da sfondo è stata la gipsoteca Libero Andreotti, luogo in cui si è svolto lo spettacolo, che con i suoi gessi dal volto umano ben si presta a ricreare un luogo dove vengono evocate la presenza umana e le memorie dei personaggi della rappresentazione.

1505400_473659922773362_3705179478357231558_n

Il Festival Le Mele e Le Rose

Sempre nella stessa gipsoteca è stato ospitato l’evento Le Mele e Le Rose, il festival pesciatino che celebra le arti e lo spettacolo organizzato dal Teatro dei Garzoni e del quale Gran Casinò Palagiò è stato l’evento di punta.

Il festival, giunto alla sua seconda edizione, si è svolto dal 6 Febbraio – giorno di San Dorotea, patrono di Pescia – fino all’8 Marzo, la Festa della Donna. Due date non casuali sia per la città di Pescia che per i temi scelti dalla compagnia del Teatro dei Garzoni.

Anche se il festival si è ormai concluso vi invitiamo a tenere d’occhio la compagnia pesciatina seguendo la loro pagina Facebook: fino alla prossima edizione sicuramente non mancheranno gli spettacoli da non perdere.